Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

La baia è caratterizzata da spiagge di sabbia chiarissima, da un mare cristallino ed incontaminato, con acque cangianti dal verde smeraldo al blu cobalto, e dall’isola dei conigli posta al suo centro.

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Una spiaggia dell’isola di Pantelleria dalle acque cristalline e sempre pulite caratterizzata da un singolare faraglione la cui forma assomiglia alla testa di un elefante che beve.

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

L’Etna (Mongibello) è un complesso vulcanico originatosi nel Quaternario e che è, ancora oggi, costantemente in attività (in foto l’eruzione del 13/01/2011). L’eruzione più devastante dell’ultimo millennio è stata quella del 1669.

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

La Riserva Naturale dello Zingaro si estende per 7 Km di costa tra Scopello e San Vito Lo Capo. È caratterizzata da una natura incontaminata che fa da contorno ad una antica tonnara antistante a dei faraglioni.

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

La riserva, oggi Sito di interesse Comunitario, si estende per 55 ettari nel territorio di Priolo. In passato vi si svolgeva l’attività delle saline. Nel 2008 ha vinto il primo premio come Oasi più bella d’Italia.

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

Scala dei Turchi è una spiaggia a ridosso di una bianchissima falesia di marna a strapiombo su un mare smeraldino. Si tramanda che qui sbarcassero i pirati Turchi che venivano a saccheggiare l’isola.

Teatro Greco - Taormina (ME)

Teatro Greco - Taormina (ME)

Il Teatro Greco di Taormina, il secondo più grande di Sicilia, è il più ammirato e conosciuto al mondo. Da qui si può ammirare la magnifica vista del golfo di Schisò e dell’imponenza dell’Etna.

 

Biscotti Bersaglieri

Ingredienti:

  • 500 g di mandorle spellate;
  • 200 g di latte;
  • 500 g di farina 00;
  • 100 g di strutto;
  • 100 g di zucchero;
  • 2 uova;
  • 10 g di ammoniaca per dolci;
  • 1 bustina di vanillina;
  • q.b. di sale;
  • 1 cucchiaio di cacao maro;
  • q.b. di acqua.
    Per la glassa:
  • 150 gr di acqua;
  • 250 gr di zucchero a velo;
  • 1 cucchiaio di cacao aqmaro.

Preparazione:

Tritare finemente le mandorle fino a ridurle quasi in polvere, unire la farina e impastatela con il sale, l’ammoniaca, la vanillina, lo zucchero, lo strutto tagliato a pezzetti e le uova, aggiungendo via via il latte a filo fino a ottenere una pasta abbastanza consistente. Formare una palla con la pasta, avvolgerla in una pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno 60 minuti.
Dall’impasto così ottenuto, formare dei tronchetti lunghi circa 6 cm e larghi 2 cm che vanno poi sistemate su una teglia unta e cotti in un forno già preriscaldato a 200 °C per circa 10 minuti e, successivamente, dopo aver abbassato la temperatura del forno a 150 °C, lasciati ancora per altri 15 minuti in modo da farli asciugare pur mantenendo un colorito chiaro. Una volta cotti, mettere i biscotti bersaglieri a raffreddare a temperatura ambiente.
In un pentolino far bollire l’acqua, aggiungere lo zucchero a velo, farlo sciogliere e unire il cacao amaro in polvere (o la cioccolata fondente). Appena la glassa è bene omogeneizzata, ricoprire i biscotti, ad uno ad uno, in maniera molto grossolana e non regolare, con la glassa così ottenuta. Farli, poi, asciugare su un piano e servirli quando la glassa si sarà solidificata.

Torna all’indice

© 2010-2019 www.sicilianelcuore.it | Tutti i diritti riservati.