Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

La baia è caratterizzata da spiagge di sabbia chiarissima, da un mare cristallino ed incontaminato, con acque cangianti dal verde smeraldo al blu cobalto, e dall’isola dei conigli posta al suo centro.

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Una spiaggia dell’isola di Pantelleria dalle acque cristalline e sempre pulite caratterizzata da un singolare faraglione la cui forma assomiglia alla testa di un elefante che beve.

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

L’Etna (Mongibello) è un complesso vulcanico originatosi nel Quaternario e che è, ancora oggi, costantemente in attività (in foto l’eruzione del 13/01/2011). L’eruzione più devastante dell’ultimo millennio è stata quella del 1669.

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

La Riserva Naturale dello Zingaro si estende per 7 Km di costa tra Scopello e San Vito Lo Capo. È caratterizzata da una natura incontaminata che fa da contorno ad una antica tonnara antistante a dei faraglioni.

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

La riserva, oggi Sito di interesse Comunitario, si estende per 55 ettari nel territorio di Priolo. In passato vi si svolgeva l’attività delle saline. Nel 2008 ha vinto il primo premio come Oasi più bella d’Italia.

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

Scala dei Turchi è una spiaggia a ridosso di una bianchissima falesia di marna a strapiombo su un mare smeraldino. Si tramanda che qui sbarcassero i pirati Turchi che venivano a saccheggiare l’isola.

Teatro Greco - Taormina (ME)

Teatro Greco - Taormina (ME)

Il Teatro Greco di Taormina, il secondo più grande di Sicilia, è il più ammirato e conosciuto al mondo. Da qui si può ammirare la magnifica vista del golfo di Schisò e dell’imponenza dell’Etna.

 

Biscotti

  ¤   Mustazzoli (Mostaccioli Siciliani)

Ingredienti:

Per il biscotto:

  • 1 kg di farina di tipo “00”;
  • 300 gr di zucchero;
  • 3 uova;
  • q.b. di burro;
  • 170 gr di vaniglia in stecche;
  • 1 bustina di ammoniaca.

Per il ripieno

  • 1 litro di vino cotto;
  • 350 gr di semolino;
  • 1 cucchiaio raso di cannella in polvere;
  • 1 buccia di arancia grattugiata;
  • 300 gr di mandorle;
  • 200 gr di nocciole.

Preparazione:

Tostate le mandorle e le nocciole e, dopo averle tritate e ridotte in granella, mettetele da parte.Versate quindi il vino cotto in una pentola e, dopo aver aggiunto il semolino, la cannella, la buccia di agrumi grattugiata, mettetela sul fuoco a cuocere lentamente mescolando di tanto in tanto per evitare la formazione di grumi.
Quando il tutto è ben amalgamato spegnere il fuoco e lasciate raffreddare il composto. Solo dopo aggiungete le nocciole e le mandorle ridotte in granuli e mescolate.
Lasciate, quindi, riposare il composto così ottenuto tutta la notte. L’indomani mattina preparate l’impasto con farina, uova, burro, vanillina, zucchero, ammoniaca ed impastatelo fino ad ottenere una pasta malleabile.
Stendere l’impasto, aiutandosi con un mattarello, fino ad ottenere uno spessore di circa 1 cm. Suddividerlo, quindi, in piccoli tronchetti lunghi 10 cm a cui dare la caratteristica forma ad “Esse” o a “Ferro di cavallo”. Dopo averli punzecchiati con un utensile appuntito vanno infornati per 20 minuti a 180°.

Torna all’indice


Pages: 1 2 3 4 5

© 2010-2019 www.sicilianelcuore.it | Tutti i diritti riservati.