Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

La baia è caratterizzata da spiagge di sabbia chiarissima, da un mare cristallino ed incontaminato, con acque cangianti dal verde smeraldo al blu cobalto, e dall’isola dei conigli posta al suo centro.

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Una spiaggia dell’isola di Pantelleria dalle acque cristalline e sempre pulite caratterizzata da un singolare faraglione la cui forma assomiglia alla testa di un elefante che beve.

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

L’Etna (Mongibello) è un complesso vulcanico originatosi nel Quaternario e che è, ancora oggi, costantemente in attività (in foto l’eruzione del 13/01/2011). L’eruzione più devastante dell’ultimo millennio è stata quella del 1669.

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

La Riserva Naturale dello Zingaro si estende per 7 Km di costa tra Scopello e San Vito Lo Capo. È caratterizzata da una natura incontaminata che fa da contorno ad una antica tonnara antistante a dei faraglioni.

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

La riserva, oggi Sito di interesse Comunitario, si estende per 55 ettari nel territorio di Priolo. In passato vi si svolgeva l’attività delle saline. Nel 2008 ha vinto il primo premio come Oasi più bella d’Italia.

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

Scala dei Turchi è una spiaggia a ridosso di una bianchissima falesia di marna a strapiombo su un mare smeraldino. Si tramanda che qui sbarcassero i pirati Turchi che venivano a saccheggiare l’isola.

Teatro Greco - Taormina (ME)

Teatro Greco - Taormina (ME)

Il Teatro Greco di Taormina, il secondo più grande di Sicilia, è il più ammirato e conosciuto al mondo. Da qui si può ammirare la magnifica vista del golfo di Schisò e dell’imponenza dell’Etna.

 

Proverbi

  ¤   Proverbi sui mesi dell’anno

Dopu a Strina quantu ‘mperi di iaddina.
Dopo la befana le giornate si allungano quanto un piede di gallina.

U dittu qual’è di lu massaru? A Innaru puta paru paru
Qual’è il motto dell’agricoltore? A Gennaio pota tutto.

Innaru siccu, massaru riccu.
Gennaio secco, agricoltore ricco.

Frivaru, menzu duci e menzu amaru
Febbraio, mezzo dolce e mezzo amaro.

Su chiovi pp’a cannalora, u mmernu dura ancora
Se piove per Sant’Agata, l’inverno dura ancora.

Na Marzu mi rifazzu
A Marzo mi rifaccio.

Quantu vali ‘ncorpu d’acqua na Marzu e Aprili, nan vali ‘ncarru cu tutti i so aviri
Quanto vale la pioggia a Marzo e Aprile, non vale un carro con tutti i suoi tesori.

‘U friddu di Marzu si ‘zzicca macari intra ù cornu do voi
Il freddo di Marzo entra perfino nel corno del bue.

Aprili, nan livari e nan mintiri
Aprile, non togliere e non mettere.

Aprili, lassimi durmiri
Aprile, lasciami dormire.

Aprili, favi chini, ma su nan veni Maggiu nan ni cucini
Aprile, le fave sono piene, ma se non viene Maggio non ne cucini.

A giugnu spogghiti à ttunnu
A Giugno spogliati completamente.

Giugnu, à fauci ‘mpugnu
Giugno, la falce in pugno.

L’acqua di Giugnu cunsuma lu munnu
L’acqua di Giugno rovina il mondo.

A finuta di Giugnettu metti à fauci sutta u lettu
Alla fine di Luglio metti la falce sotto il letto.

Austu iè capu ì ‘mmernu
Agosto è il principio dell’inverno.

‘N coppu d’acqua no misi d’Austu porta ogghiu e mustu
Un pò di pioggia ad Agosto porta olio e mosto.

Austu cucina e Sittembri mminestra
Agosto cucina e Settembre apparecchia.

Voi sapiri su c’haiu alivi? Veni a Ottobbiri e u veni a vidiri
Vuoi sapere se le mie piante hanno le olive? Vieni a Ottobre e lo vedrai.

I morti: à nivi arreri i porti
I morti: La neve è alle porte.

A San Martinu si ‘ngigna ù bbonu vinu
A San Martino si assaggia il buon vino.

A San Martinu ogni mustu è vinu
A San Martino ogni mosto diventa vino.

U quattru Barbira, l’ottu Maria, ù tridici Lucia e ù vinticincu lu veru Missia
(Nel mese di Dicembre) Il Quattro è Santa Barbara, l’otto Maria Immacolata, il tredici Santa Lucia e il venticinque l’arrivo del vero Messia.

Puta a Innaru e zappa a Frivaru, ma su nan c’hai cchi fari zappa e puta prima Natali
Pota a Gennaio e zappa a Febbraio, ma se non hai nulla da fare zappa e pota prima di Natale.

Torna all’indice


Pages: 1 2 3 4 5 6

© 2010-2019 www.sicilianelcuore.it | Tutti i diritti riservati.