Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

La baia è caratterizzata da spiagge di sabbia chiarissima, da un mare cristallino ed incontaminato, con acque cangianti dal verde smeraldo al blu cobalto, e dall’isola dei conigli posta al suo centro.

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Una spiaggia dell’isola di Pantelleria dalle acque cristalline e sempre pulite caratterizzata da un singolare faraglione la cui forma assomiglia alla testa di un elefante che beve.

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

L’Etna (Mongibello) è un complesso vulcanico originatosi nel Quaternario e che è, ancora oggi, costantemente in attività (in foto l’eruzione del 13/01/2011). L’eruzione più devastante dell’ultimo millennio è stata quella del 1669.

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

La Riserva Naturale dello Zingaro si estende per 7 Km di costa tra Scopello e San Vito Lo Capo. È caratterizzata da una natura incontaminata che fa da contorno ad una antica tonnara antistante a dei faraglioni.

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

La riserva, oggi Sito di interesse Comunitario, si estende per 55 ettari nel territorio di Priolo. In passato vi si svolgeva l’attività delle saline. Nel 2008 ha vinto il primo premio come Oasi più bella d’Italia.

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

Scala dei Turchi è una spiaggia a ridosso di una bianchissima falesia di marna a strapiombo su un mare smeraldino. Si tramanda che qui sbarcassero i pirati Turchi che venivano a saccheggiare l’isola.

Teatro Greco - Taormina (ME)

Teatro Greco - Taormina (ME)

Il Teatro Greco di Taormina, il secondo più grande di Sicilia, è il più ammirato e conosciuto al mondo. Da qui si può ammirare la magnifica vista del golfo di Schisò e dell’imponenza dell’Etna.

 

Secondi

  ¤   Castrato al ragù

Ingredienti:

  • 1 grossa fetta di carne rettangolare da circa 1,5 kg;
  • q.b. di Pancetta coppata;
  • 1 foglia d’alloro;
  • 2 rametti di rosmarino;
  • 1 cipolla;
  • 1 sedano;
  • 1 carota;
  • 1 aglio;
  • 2 bicchieri di vino rosso;
  • 1 litro di salsa di pomodoro;
  • q.b. di sale;
  • q.b. di pepe.

Preparazione:

Prendere la fetta di carne e farcirla con strisce di pancetta coppata, aglio tritato, cipolla, rosmarino, la foglia d’alloro, sale e pepe. Arrotolare la carne e fermarla con dello spago.
Fate rosolare la braciola in padella aggiungendo un cucchiaio di sugna, e, successivamente, passatela in un tegame dove avrete precedentemente fatto rosolare con poco olio, la cipolla le carote e il sedano. Rosolate il tutto per far insaporire la braciola con le verdure, versate quindi 2 bicchieri di vino, che lascerete evaporare, rigirando sempre la braciola.
Condire a piacimento di sale e pepe, unire la salsa di pomodoro, completando con acqua calda, quanto basta, per coprire appena il castrato. Portare ad ebollizione, con il tegame coperto ed a fuoco medio.
Mantenere sul fuoco per circa 3 o 4 ore finché la carne sia ben cotta. Prima di portare in tavola aggiungete 2 cucchiai di prezzemolo tritato.

Torna all’indice


Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9

© 2010-2019 www.sicilianelcuore.it | Tutti i diritti riservati.