Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

Baia dell’Isola dei Conigli - Lampedusa (AG)

La baia è caratterizzata da spiagge di sabbia chiarissima, da un mare cristallino ed incontaminato, con acque cangianti dal verde smeraldo al blu cobalto, e dall’isola dei conigli posta al suo centro.

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Cala dell’Arco dell’Elefante - Pantelleria (TP)

Una spiaggia dell’isola di Pantelleria dalle acque cristalline e sempre pulite caratterizzata da un singolare faraglione la cui forma assomiglia alla testa di un elefante che beve.

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

Eruzione del Vulcano Etna (CT)

L’Etna (Mongibello) è un complesso vulcanico originatosi nel Quaternario e che è, ancora oggi, costantemente in attività (in foto l’eruzione del 13/01/2011). L’eruzione più devastante dell’ultimo millennio è stata quella del 1669.

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

Riserva dello Zingaro - San Vito Lo Capo (TP)

La Riserva Naturale dello Zingaro si estende per 7 Km di costa tra Scopello e San Vito Lo Capo. È caratterizzata da una natura incontaminata che fa da contorno ad una antica tonnara antistante a dei faraglioni.

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

Oasi delle Saline - Priolo (SR)

La riserva, oggi Sito di interesse Comunitario, si estende per 55 ettari nel territorio di Priolo. In passato vi si svolgeva l’attività delle saline. Nel 2008 ha vinto il primo premio come Oasi più bella d’Italia.

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

La Scala dei Turchi - Realmonte (AG)

Scala dei Turchi è una spiaggia a ridosso di una bianchissima falesia di marna a strapiombo su un mare smeraldino. Si tramanda che qui sbarcassero i pirati Turchi che venivano a saccheggiare l’isola.

Teatro Greco - Taormina (ME)

Teatro Greco - Taormina (ME)

Il Teatro Greco di Taormina, il secondo più grande di Sicilia, è il più ammirato e conosciuto al mondo. Da qui si può ammirare la magnifica vista del golfo di Schisò e dell’imponenza dell’Etna.

 

Secondi

  ¤   Coniglio in agro dolce

Ingredienti:

  • 1 coniglio già spellato;
  • 1 cipolla;
  • 1 foglia d’alloro;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • 2 bicchieri di vino rosso;
  • ½ bicchiere di aceto bianco;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • 1 cucchiaio di zucchero;
  • q.b. di sale e pepe nero.

Preparazione:

Lavate con cura il coniglio già precedentemente spellato. Toglietegli la testa e le zampe e tagliatelo a pezzi regolari. Preparate una marinata con i seguenti ingredienti: una foglia d’alloro, una cipolla affettata, un rametto di rosmarino, due bicchieri di vino rosso, sale e grani di pepe nero. Lasciate il coniglio immerso dentro la marinata per poco più di due ore.
Scolate ed asciugate i pezzi di coniglio ed infarinateli. Fateli insaporire nel soffritto di cipolla dove verserete la marinata filtrata. Correggete di sale e pepe ed ultimate la cottura del coniglio.
In un recipiente di rame stemperate un cucchiaio di zucchero con mezzo bicchiere di aceto bianco. Una volta che lo zucchero sarà completamente sciolto, versate l’agrodolce sul coniglio aggiungendo un cucchiaio di uva sultanina. Dopo averlo fatto sobbollire per altri cinque minuti servitelo. Per accompagnare la pietanza, potete optare per un rosato dell’Etna fresco.

Torna all’indice


Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9

© 2010-2019 www.sicilianelcuore.it | Tutti i diritti riservati.